Lanciato il progetto pilota di PoP circolare

Sarno Display, con Gruppo Hera e Rougj, ha lanciato un primo progetto pilota che coniuga economia circolare e cosmetica in farmacia.

I consumatori sono coinvolti attivamente nella sfida al riciclo del packaging. Come incentivo, i consumatori beneficeranno di uno sconto per l’acquisto di nuovi prodotti Rougj, in una logica di vuoto per pieno.

Il pilota testerà il coinvolgimento dei consumatori e fornirà ai partner importanti informazioni, con l’obiettivo di migliorare il potenziale di circolarità, affinché packaging e materiali possano rimanere in vita il più possibile e minimizzare al massimo il proprio impatto ambientale.

Sono stati posizionati eco – espositori a supporto del progetto in due farmacie di Bologna.

A seguire il link all’articolo completo:

ROUGJ CON GRUPPO HERA E SARNO VERSO UNA COSMETICA SOSTENIBILE – Press Release – Emilia Romagna – ANSA.it

Mondo imprenditoriale e crisi di governo

Cristian Paravano, Direttore Generale del Gruppo Gatto, interviene sulla situazione politico-economica italiana, con lo sguardo di chi gestisce un’impresa in modo consapevole.

Clicca sul link in basso per leggere l’intervista completa:

CRISI DI GOVERNO, PARLA IL MONDO IMPRENDITORIALE – Press Release – Friuli Venezia Giulia – ANSA.it

Bilancio di sostenibilità comparato 2018-2019

Il Gruppo Gatto pubblica il primo bilancio di sostenibilità, relativo al biennio 2018-2019.

Un importante traguardo che sottolinea ulteriormente la dedizione con cui l’impresa persegue gli obiettivi di sostenibilità in ambito ambientale, sociale ed economico.

Per consultare la versione completa del bilancio: Bilancio di sostenibilità comparato 2018-2019

Per scoprirne di più e leggere l’intervista rilasciata da Cristian Paravano, Chief Sustainability Officer del Gruppo Gatto, cliccare sul link in basso:

https://www.ansa.it/pressrelease/veneto/2020/12/18/gatto-astucci-redige-e-presenta-il-bilancio-di-sostenibilita_74342a50-3a2d-434a-9bc7-8dbc73df17d0.html

Cristian Paravano nominato CSO del Gruppo Gatto

Nel mese di novembre 2020, il Gruppo Gatto ha annunciato la nomina di Cristian Paravano come Chief Sustainability Officer (CSO). Un passo che testimonia ulteriormente la volontà dell’azienda di continuare il proprio percorso verso la sostenibilità, adottando un approccio sempre più olistico.

Paravano nella sua carriera ha lavorato in realtà come Danieli, Ixtant Spa (attualmente Gruppo Finmek), Arthur Andersen Mba, Deloitte Consulting, Pacorini Group, Lp&P. Nel 2009 l’ingresso al Gruppo Gatto come Direttore Generale e nel 2020 al vertice di Sarno Display, un incarico cui ora aggiunge quello di CSO per tutto il Gruppo. Attualmente è anche consigliere delegato della Capogruppo Gatto Astucci e della Sarno Display.

Laureato in scienze dell’informazione a Udine, Paravano si è ulteriormente specializzato conseguendo diversi master, tra cui quello in Sustainability and Business Innovation alla Bologna Business School (BBS).

Il progetto “Top of the PoP” sbarca a Ecomondo

Venerdì 6 novembre Sarno Display ha preso parte a Ecomondo, fiera di riferimento in Europa per l’innovazione industriale e tecnologica nell’ambito della green economy – che quest’anno si è svolta in versione digitale.

Cristian Paravano, Direttore Generale del Gruppo Gatto, è andato in onda con la presentazione del progetto di economia circolare “Top of the PoP”, portato avanti da Sarno Display insieme ai partner Gruppo HERA, Aliplast e Rougj.

Clicca qua per saperne di più:

GLI SCARTI DIVENTANO OPERE D’ARTE

Il duo BettyBellù trasforma gli scarti di lavorazione della Sarno Display in creazioni d’autore

L’arte materica entra a pieno titolo nel puzzle dell’economia circolare. Chi l’ha detto, infatti, il cerchio non si possa chiudere nobilitando lo scarto fino a farlo divenire opera d’arte?

Ci ha pensato Sarno Display, la società del Gruppo Gatto Astucci, con sede a Domegge (BL) e con la filiale Sarno, a Carnate (MB), dedicata alla realizzazione di visuals/displays per i settori della cosmesi, occhialeria e gioielleria, che ha affidato alla creatività delle artiste Elisabetta Orsenigo e Anna Bellù gli scarti da trasformare in opere belle e intriganti.

Per un’azienda che ha fatto dell’innovazione sostenibile a tutto tondo il proprio faro, la social innovation rappresenta un aspetto fondamentale.

Il duo artistico BettyBellù di Seregno (MB), ha così creato quadri sorprendenti, utilizzando gli scarti di lavorazione della Sarno Display, ovvero il PET riciclato che è divenuto arte.

Le due artiste si rifanno, per impronta artistica,  al mondo femminile, ridando vita a oggetti e utensili, come chiodi, aghi, ferro, impressi sulle tele.

“L’arte vista nell’ottica della ‘social innovation’ è questo a cui abbiamo puntato – afferma Cristian Paravano, amministratore delegato di Sarno Display –   ridiamo vita, attraverso queste due artiste e le loro opere, a materiale che sarebbe invece, morto. Anche questa iniziativa getta le basi alla sostenibilità, nell’ottica dell’economia circolare. Con le opere d’arte si chiude il cerchio sostenibile: dalla materia prima, che nasce già riciclata, nascono i nostri prodotti, e dagli scarti esce arte da offrire a tutti. Nel significato del fare impresa si innesta quella del riuso, e quindi della sostenibilità, ed infine quello artistico. Si tratta di un’economia circolare dal significato alto: ritengo che l’arte, in tutte le sue forme, alzi la visione anche del puro business”.     

“Per noi si tratta di una sfida vinta – affermano Orsenigo e Bellù – ci è stato affidato un compito che abbiamo portato a termine, riteniamo, con risultato. Nella nostra filosofia, non esiste materiale con cui non sia possibile fare arte. E’ possibile ridare dignità e vita, a qualsiasi scarto di lavorazione o materiale che, altrimenti, andrebbe gettato, o sarebbe inutilizzato. La nostra concezione del fare arte si basa sul riuso, con una predilezione nel dare lustro al mondo femminile. Molte delle nostre opere rappresentano archetipi di donne, di femminile. Riteniamo la scelta di Sarno Display molto innovativa e sostenibile, nell’accezione più creativa del termine”.

Contattaci!

  • Avete delle domande? Mandateci un'email!
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.